Links condivisione social

Faroldi Federico

Faroldi Federico
Professore Associato

Settore Docente: IUS/20 Filosofia del diritto

Email: federico.faroldi@unipv.it

Ufficio: Dipartimento di Giurisprudenza - 2° Piano

Corsi: Informatica e logica giuridica / Informatica giuridica

A) Informazioni personali del docente

Federico L.G. Faroldi si è laureato in filosofia del diritto nell’Università di Pavia (2013),  con Amedeo G. Conte (Pavia, Accademia dei Lincei), quale alunno del collegio Borromeo, dopo aver trascorso un semestre di ricerca a NAU (USA) e un anno al Trinity College, Dublin (Irlanda).

Ha conseguito un dottorato internazionale in logica (2017) nelle Università di Pisa e Firenze (Italia), con soggiorni di ricerca nelle università di St. Andrews e Oxford (UK) nel 2014-15, New York University (USA) nel 2015-16 e Institut Jean Nicod, École Normale Supérieure Rue d’Ulm, ed EPHE, Parigi (Francia), nel 2016.

Ha diretto svariati progetti di ricerca e ha prestato servizio come ricercatore e poi ricercatore senior della Research Foundation, Flanders (FWO) nell'Università di Ghent, in Belgio (dal 2017 al 2022); come ricercatore PI di un progetto Lise Meitner (FWF) nell’Università di Salisburgo, in Austria (2019–20); e come ricercatore senior, PI di un progetto Ambizione (SNSF) nell’Università di Berna, in Svizzera (2021–22). È stato International Research Fellow della Accademia Johanna Quandt nell’Università Goethe di Francoforte (Germania), e nuovamente visiting scholar nella New York University (USA) nel 2018-19.

È professore associato nell’Università di Pavia dal 2022, visiting scholar nel Center for Human Compatible AI, University of California at Berkeley (2023-), ed è stato visiting scholar nella University of Southern California, Los Angeles (2023).

Link al sito personale. Informazioni per laureandi.

B) Ambiti e filoni di ricerca

I temi di ricerca possono essere divisi in due: formali e sostanziali.

Per quanto riguarda i profili formali, Faroldi ha proposto e sviluppato una teoria semantica e logica iperintensionale delle modalità deontiche e altri concetti normativi (ragioni, proprietà), proponendo la soluzione di alcuni paradossi della logica deontica e sviluppando una semantica a truthmakers e logiche della giustificazione per le ragioni normative. Ha inoltre elaborato una teoria formale della desuetudine con la teoria dei giochi; una logica del precedente (nel diritto comune) con l’uso della justification logic; una logica del disaccordo normativo basata su funzioni di misura imprecise, tra le altre. Lavora inoltre alla formalizzazione delle nozioni di ragione e intenzione per agenti artificiali, soprattutto mediante reinforcement learning; alla formalizzazione della nozione di rischio catastrofico ed esistenziale; a una teoria del cambiamento delle preferenze.

Per quanto riguarda i profili sostanziali, Faroldi ha sviluppato e difeso una teoria normativa della responsabilità, proponendo una riduzione alla nozione di ragione pratica; di conseguenza, ha sviluppato una teoria della struttura delle ragioni (in etica, diritto, intelligenza artificiale); ha proposto una teoria della regolazione dell’intelligenza artificiale (soprattutto generale) mediante l’approccio della mitigazione del rischio normativo. Faroldi lavora ai rapporti tra intelligenza artificiale, morale e diritto soprattutto dal punto di vista di un’intelligenza artificiale human-compatible per affrontare i problemi del controllo e dell’allineamento, e a sistemi di gestione del rischio dell’intelligenza artificiale.

C) Numero delle pubblicazioni ed elenco di quelle più recenti/significative

Ha al suo attivo una cinquantina di titoli tra monografie, curatele, articoli in riviste, capitoli di libro, e technical proceedings, edite in varie lingue e in vari paesi.

Tra le piú significative:

1) Tra le monografie: The Structure of Reasons (Palgrave, forthcoming), Hyperintensionality and Normativity (Springer, 2019), The Normative Structure of Responsibility (College Publications, 2014), Responsabilità e Ragione (Satura, 2020).

2) Tra le curatele: Federico L.G. Faroldi, Frederik Van De Putte (eds.), Kit Fine on Truthmakers, Relevance and Non-Classical Logic, Outstanding Contributions to Logic, Springer, 2023.

3) Tra gli articoli in riviste internazionali:

- “Partial Reasons”, Ratio Iuris, 2024.

- “Generic Reasoning”, Logic Journal of the IGPL, 2024.

- “Subtracting Reasons in Normative Domains”, International Journal for the Semiotics of Law, 2023.

- “Moral adjectives, judge-dependency and holistic multidimensionality”, Inquiry, 2022 (con Andrés Soria Ruiz);

- “Consistency and Permission in Deontic Justification Logic”, Journal of Logic and Computation, 2022 (con M. Ghari, E. Lehmann and Th. Studer);

- “Desuetudo: A Game-Theoretic Approach”, Archiv für Rechts- und Sozialphilosophie, 107, 2, pp. 289-299, 2021;

- “Deontic Modals and Hyperintensionality”, Logic Journal of the IGPL, 4, 27, pp. 387--410, 2019;

- “Co-hyperintensionality”, Ratio, 30, 3, 2017, 270–287;

- “Ethical Copula, Negation, Responsibility Judgments”, Synthese, 193, 11, pp. 3441–3448, 2016.

- “General AI and Transparency in the EU AI Act”, i-lex, 2021.

- “Paradossi deontici senza autoriferimento”, Rivista Internazionale di Filosofia del Diritto, 100, 1, 2021, pp. 95–101.

- “Responsibility and Its Truthmakers”, Notizie di Politeia, 138, pp. 78–89, 2020.

- “Responsabilità oggettiva vs strict liability”, Rivista di Filosofia del diritto, 5, 2, pp. 383–398, 2016.

4) Tra i technical proceedings e contributi in volumi collettanei:

- Common Law Precedent in the Logic of Reasons. In: Shahid Rahman, Matthias Armgardt, Hans Christian Nordtveit Kvernenes (eds.), New Systematic and Historic Studies in Legal Reasoning and Logic, Springer, 2022.

- Impossible and Conflicting Obligations in Justification Logic, in: Fenrong Liu, Alessandra Marra, Paul Portner, and Frederik Van De Putte (eds.). Deontic Logic and Normative Systems: 15th International Conference (DEON2020, Munich). London: College Publications, 2021 (con M. Ghari, E. Lehmann e Th. Studer);

- An Exact Truthmaker Semantics for Explicit Permission and Obligation. In: Olivier Roy, Allard Tamminga, Malte Willer (eds.), Deontic Logic and Normative Systems, Proceedings of DEON16, College Publications, London, 2016, 16–31 (con Anglberger A., e Korbmacher J.).

 

D) Esperienze didattiche

Faroldi ha tenuto corsi cattedratici o seminariali di logica, logica deontica, informatica e logica giuridica, intelligenza artificiale, diritto ed etica dell’IA, metafisica, teoria del valore, semantica formale, a livello di laurea triennale, magistrale, e dottorato di ricerca in vari paesi, oltre ad aver svolto le funzioni di (co-)supervisore di tesi di laurea, laurea magistrale, di dottorato e di progetti di ricerca post-dottorali.

Nell’Università di Pavia è titolare dell’insegnamento di Informatica e logica giuridica (a Giurisprudenza), Ethics, Law and AI ed Advanced Foundations of Law and Regulations in privacy and data protection (nei corsi di laurea e laurea magistrale in Artificial Intelligence con le università di Milano Statale e Bicocca).

E) Altre informazioni che si ritengono utili

Direttore del Normative Risk Lab.

Condirettore della collana Ethics, Law and AI presso l’editore Nomos.

Consigliere d’Amministrazione dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani (dal 2022).

Membro del Comitato Etico per la Ricerca dell’Università dell’Insubria (2021–2024).

Nei 5 anni successivi al dottorato, ha ottenuto finanziamenti come Principal Investigator per piú di 2 milioni di euro.

Ha organizzato (o co-organizzato) numerosi congressi internazionali, tra cui Formal Ethics  e Trends in Logic.

Ha tenuto piú di 50 relazioni come keynote speaker, invitate, o con revisione tra pari in tutto il mondo.

Ha svolto funzioni di revisore per numerose riviste scientifiche (ad es. Mind, Analysis, Journal of Philosophical Logic, etc.) ed enti pubblici, oltre che di consulenza, soprattutto sulla gestione del rischio da intelligenza artificiale, per importanti aziende internazionali. È regolarmente intervistato dai media principali (e.g. SkyTg24) e partecipa frequentemente ad attività di divulgazione.