Image
Foto Dezza

Dezza Ettore
Professore Ordinario

Email: ettore.dezza@unipv.it
Ufficio: Dipartimento di Giurisprudenza - 1° Piano

Corsi:

  • Storia del diritto italiano (6CFU)
  • Storia della giustizia penale

A) Informazioni personali del docente

- Nel 1970 consegue la maturità classica presso il Liceo-Ginnasio «Ugo Foscolo» di Pavia.
- Il 19 febbraio 1975 consegue la laurea a pieni voti e con lode presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia, discutendo una tesi in Storia del Diritto Italiano sotto la guida di Antonio Padoa Schioppa.
- Dal 1° luglio 1976 è titolare di un assegno biennale ministeriale di formazione scientifica e didattica presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia.
- Nel 1977 vince il concorso indetto dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali per la carriera direttiva presso gli Archivi di Stato.
- Nel 1977 vince il concorso a un posto di assistente ordinario presso la Cattedra di Storia del Diritto Italiano della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, ove prende servizio il 1° febbraio 1978.
- Nel 1985 con delibera dell’apposita commissione ministeriale viene dichiarato idoneo ad assumere le funzioni di professore associato.
- Il 25 settembre 1985 è chiamato a ricoprire il posto di professore associato di «Storia del Diritto» presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, ove prende servizio il 29 gennaio 1986.
- Nel 1986 è chiamato a ricoprire il posto di professore associato di «Storia delle Codificazioni Moderne» presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano, ove prende servizio il 1° novembre 1986.
- Il 20 ottobre 1993 è proclamato vincitore del concorso a quattro posti di professore universitario di ruolo di prima fascia (gruppo N1200 «Storia del Diritto Italiano») bandito con Decreto Ministeriale 16 aprile 1992.
- Il 16 marzo 1994 è chiamato a ricoprire il posto di professore straordinario di «Storia del Diritto Italiano» presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Sassari, ove prende servizio il 1° novembre 1994.
- Il 5 luglio 1995 è chiamato a ricoprire il posto di professore straordinario di «Storia del Diritto Moderno e Contemporaneo» presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza, ove prende servizio il 1° novembre 1995.
- Il 20 gennaio 1998 è chiamato a ricoprire il posto di professore ordinario di «Storia del Diritto Italiano» presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia, ove prende servizio il 1° novembre 1998.

B) Ambiti e filoni di ricerca

- I prevalenti interessi scientifici di Ettore Dezza riguardano: a) la storia dei codici e della codificazione; b) la storia del processo penale, delle sue fonti e delle sue ideologie; c) la storia del diritto penale e del pensiero penalistico; d) il diritto statutario medievale; e) la cultura giuridica nell’età dell'Illuminismo; f) i grandi tribunali d’Antico Regime; g) il pensiero giuridico cinquecentesco; h) le vicende dell’avvocatura penale dal XVIII al XX secolo.

C) Numero delle pubblicazioni ed elenco di quelle più recenti/significative

- Ha al suo attivo (giugno 2017) oltre 140 titoli pubblicati in Italia, Francia, Belgio, Germania e Slovenia e redatti in italiano, francese e tedesco. Tra i contributi di maggiore rilevanza si possono ricordare i testi di seguito elencati.
- Tra le monografie: Il Codice di Procedura Penale del Regno Italico (1807). Storia di un decennio di elaborazione legislativa, Padova1983; Accusa e inquisizione dal diritto comune ai codici moderni, Milano 1989; Tommaso Nani e la dottrina dell’indizio nell’Età dei Lumi, Milano, Giuffrè, 1992;Breve storia del processo penale inglese, Torino 2009; Geschichte des Strafprozessrechts in der Frühen Neuzeit. Eine Einführung, Berlin-Heidelberg, Springer-Verlag, 2017.
- Tra le raccolte di scritti: Saggi di storia del diritto penale moderno, Milano 1992; Saggi di storia del processo penale nell’età della codificazione, Padova 2001; Beiträge zur Geschichte des modernen italienischen Strafrechts, Berlin 2004;Beiträge zur Geschichte des italienischen Strafprozesses im Kodifikationszeitalter, Berlin 2007; Beiträge zur Geschichte des habsburgischen Strafgesetzgebung in Italien, Berlin 2010 (con Loredana Garlati).
- Tra gli strumenti didattici: Lezioni di Storia della codificazione civile. Il Code Civil (1804) e l'Allgemeines Bürgerliches Gesetzbuch (ABGB, 1812), Torino 2000.
- Tra i volumi pubblicati come curatore: L’altro Piemonte nell’età di Carlo Alberto, I, Atti del Convegno di Studi, Alessandria/Casale Monferrato, 28-30 ottobre 1999, San Salvatore Monferrato 2001 (con Robertino Ghiringhelli e Guido Ratti)L’ABGB e la codificazione asburgica in Italia e in Europa, Atti del Convegno Internazionale, Pavia, 11-12 ottobre 2002, Padova 2006 (con Pio Caroni); Moderne italienische Strafrechtsdenker, Berlin-Heidelberg 2012 (con Sergio Seminara e Thomas Vormbaum).

D) Esperienze didattiche

- Nell’a.a. 1985/86 è professore associato di Storia del diritto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano.
- Dall’a.a. 1986/87 all’a.a. 1993/94 è professore associato di Storia delle codificazioni moderne presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano.
- Dall’a.a. 1992/93 all’a.a. 2000/01 tiene, con la qualifica di professeur invité, gli insegnamenti Histoire des sources du droit italien, Histoire des doctrines pénales, Droit privé comparé e Naissance de l’État italien presso il D.E.A. (Diplôme d’Etudes Approfondies) d’Histoire du Droit Européen della Faculté de Droit della Université de Paris/Val-de-Marne (Paris XII).
- Nell’a.a. 1994/95 è professore straordinario di Storia del diritto italiano presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Sassari.
- Dall’a.a. 1994/95 all’a.a. 1997/98 tiene a titolo di affidamento l’insegnamento Storia del diritto italiano presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia.
- Dall’a.a. 1995/96 all’a.a. 1997/98 è professore straordinario di Storia del diritto italiano presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza.
- Dall’anno accademico 1998/99 all’a.a. 2008/09 tiene a titolo di affidamento l’insegnamento Storia del diritto moderno e contemporaneo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza.
- Dall’a.a. 1998/99 è professore ordinario di Storia del diritto italiano presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia, ove tiene altresì dall’a.a. 2002/03 all’a.a. 2004/05 l’insegnamento Storia del diritto italiano (corso progredito) e, dall’a.a. 2005/06, l’insegnamento Storia delle codificazioni.
- Nel luglio del 1999 e nel luglio del 2000 in qualità di profesor invitado presso l’Universidad de Oñati (Guipúzcoa) tiene, nell’ambito del Curso de derecho para alumnos de tercer ciclo y profesores en formacion, i moduli La enseñanza del derecho en Italia e 
Empleo de las lenguas comunitarias en la enseñanza del derecho en Italia.

E) Eventuali incarichi istituzionali all’interno degli organi di governo centrali e periferici dell’Ateneo

- Dal 2004 al 2009 è Direttore del Dipartimento di Diritto Romano, Storia e Filosofia del Diritto dell’Università degli Studi di Pavia.
- Dal 2008 al 2012 è Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia.
- Dal 2008 al 2015 è membro del Senato Accademico dell’Università degli Studi di Pavia.
- Dal 2012 è Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Pavia.

F) Altre informazioni che si ritengono utili

- Nel 1980 è proclamato vincitore del Premio «Coniugi Benedetto» per il miglior contributo alla storia piemontese in ambito storico-giuridico.
- Dal 1986 è socio della «Società Italiana di Storia del Diritto».
- Dal 1992 è socio della «Société d’Histoire du Droit».
- Dal 1995 è socio della «Società di Storia Arte Archeologia per le Province di Alessandria e Asti», della quale è Vicepresidente dal 2002.
- Dal 1995 è socio della «Società Monferrato Arte e Storia».
- Dal 1997 è socio dell’«Accademia Olubrense per la Storia del Sovrano Ordine Militare di Malta».
- Dal 2001 è socio della «Società Pavese di Storia Patria».
- Dal 2001 è socio ordinario dell’Istituto di Studi Superiori dell’Insubria «Gerolamo Cardano».
- Dal 2008 è socio corrispondente residente dell’«Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere».
- Dal 2014 è membro effettivo dell’«Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere».
- Fa parte dei comitati scientifico-editoriali delle seguenti riviste: a) «Journal 
der Juristischen Zeitgeschichte JoJZG»; b) «Rivista di Storia del Diritto Italiano»; c) «Bollettino della Società Pavese di Storia Patria»; d) «Rivista di Storia Arte Archeologia per le Province di Alessandria e Asti».
- Dal 1996 al 1998 è membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in «Società, politica, religione nella formazione dell’Europa moderna», con sede amministrativa presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
- Dal 2004 al 2010 è membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in «Diritto Romano e Cultura Giuridica Europea», con sede amministrativa presso l’Università di Pavia.
- Dal 2010 è membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in «Diritto Privato, Diritto Romano e Cultura Giuridica Europea», con sede amministrativa presso l’Università di Pavia.