Image
Foto Braschi

Braschi Sofia
Professore a contratto

Email:sofia.braschi@unipv.it
Ufficio: Dipartimento di Giurisprudenza - 1° Piano

Corsi:

  • Diritto penale 2ª parte

A) Informazioni personali del docente

- Nel 2008 consegue la maturità classica presso il liceo Galileo di Firenze, con votazione di 100/100.

- Nel 2014 si laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Firenze, con votazione di 110/110 con lode.

- Nell’ottobre 2014 è ammessa come borsista, prima graduata a seguito di concorso pubblico per titoli ed esami, al dottorato di ricerca in Diritto pubblico, giustizia penale e internazionale, presso l’Università degli Studi di Pavia. Durante il corso di dottorato, svolto sotto la supervisione del Prof. Sergio Seminara, trascorre due soggiorni di ricerca presso la Julius-Maximilians-Universität Würzburg, in Germania. Consegue il titolo di dottore di ricerca nel febbraio 2018.

- Dal giugno 2018 al maggio 2021 è assegnista di ricerca in Diritto penale presso l’Università degli Studi di Pavia.

- Nel 2019 trascorre un soggiorno di ricerca presso il Max-Planck-Institut für ausländisches und internationales Strafrecht di Freiburg im Breisgau, in Germania, grazie a una borsa di studio della Max-Planck-Gesellschaft.

B) Ambiti e filoni di ricerca

- I prevalenti interessi scientifici di Sofia Braschi riguardano: a) la teoria generale del reato; b) la parte generale e speciale del codice penale; c) la storia; d) la comparazione; e) il diritto penale dell’informatica.

C) Numero di pubblicazioni ed elenco delle pubblicazioni più recenti/significative

- Al gennaio 2022 ha pubblicato quattordici lavori. Tra i contributi più significativi si possono ricordare:

1) La consumazione del reato. Fondamenti dogmatici ed esigenze di politica criminale, CEDAM, 2020;

2) I confini fra esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone ed estorsione, nota a Cass. pen., sez. II, sent. n. 44234 del 26 settembre 2017, in Diritto penale e processo, 2018, fasc. 3, pp. 358-369;

3) Atti osceni in luogo pubblico e tutela del minore, nota a Cass. pen., sez. III, sent. n. 49550 del 27 ottobre 2017, in Diritto penale e processo, 2018, fasc. 7, pp. 888-898;

4) Punti fermi e problemi aperti in tema di corruzione parlamentare, in Diritto penale e processo, 2019, fasc. 5, pp. 706-715;

5) La nuova disciplina della prescrizione, in S. Seminara - R. Orlandi (a cura di), Una nuova legge contro la corruzione, Giappichelli, 2019, pp. 43-77;

6) Social media e responsabilità dell’Internet Service Provider, in Media Laws, 2020, fasc. 3, pp. 157-177;

7) La violenza sessuale con abuso di autorità al vaglio delle Sezioni Unite, nota a Cass. pen., sez. un., sent. n. 27362 del 1° ottobre 2020, in Diritto penale e processo, 2021, fasc. 1, pp. 46-55.

8) Il concetto di “stato di bisogno” nel reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, in Diritto penale contemporaneo – Rivista trimestrale, 2021, fasc. 1, pp. 113-135.

9) Il reato di adescamento di minorenni. Problemi interpretativi e prospettive di riforma, in Archivio penale, 2021, fasc. 3, pp. 1-21.

10) L’evoluzione del delitto di oltraggio a pubblico ufficiale tra offensività e ragionevolezza della tutela penale, in Diritto penale e processo, 2022, fasc. 1, pp. 89-103.

D) Esperienze didattiche

- Dal 2014 partecipa, in qualità di cultore della materia, alle commissioni d’esame degli insegnamenti di Diritto penale 1° parte, Diritto penale 2° parte e Criminologia. Svolge attività di tutorato e assistenza agli studenti.

- Dal 2019 è tutor d’aula ed esercitatore presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università degli Studi di Pavia dell’Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano.

- Dal 2021 è docente presso il Dottorato di ricerca in Diritto pubblico, giustizia penale e internazionale.

E) Altre informazioni che si ritengono utili

- Dal luglio 2017 è abilitata all’esercizio della professione forense.

- Dal maggio 2021 partecipa alle attività dell’“Osservatorio permanente sul lavoro e sul delitto di sfruttamento del lavoro in Lombardia”, costituito presso l’Università degli Studi di Pavia.

- Dal dicembre 2021 partecipa alle attività del Centro di Ricerca Interdipartimentale Migrazione e Riconoscimento Genere Diversità - Migration Recognition Gender Diversity (MERGED) dell'Università degli Studi di Pavia.